Concorso Unico Ripam Lavoro. I dati sugli iscritti

I candidati sono quasi 105mila

 
Venerdì 11 ottobre 2019 sono scaduti i termini per iscriversi al concorso pubblico, per esami, per il reclutamento di n. 1.514 unità di personale non dirigenziale a tempo indeterminato, da inquadrare nei ruoli Ministero del lavoro e delle politiche sociali, Ispettorato nazionale del lavoro e Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 4a Serie Speciale Concorsi ed esami n. 68 del 27 agosto 2019.
Le domande pervenute sono in totale 104.780 , di cui 33.592 uomini e 71.188 donne.
Invece per ciò che riguarda gli iscritti, si sono registrati in totale 72.185 candidati, di cui 23.730 uomini e 48.455 donne.

In particolare in 40.300 si sono candidati per il profilo di Ispettore del lavoro, Area III – F1, da inquadrare nei ruoli dell’Ispettorato nazionale del lavoro (codice CU/ISPL), mentre in 64.480 parteciperanno alla selezione per il Profilo amministrativo/Funzionario area amministrativa giuridico contenzioso, Area III – F1 dell’Ispettorato nazionale del lavoro; Area C, livello economico C1, dell’Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e Area III – F1 del Ministero del lavoro e delle politiche sociali (CU/GIUL).
Le indicazioni relative al diario delle prove preselettive, che si svolgeranno secondo quanto previsto dall’articolo 6 del bando, saranno pubblicate sul sito http://riqualificazione.formez.it  almeno 20 giorni prima dello svolgimento.

I candidati sono invitati a consultare il sito Ripam dove saranno pubblicate tutte le necessarie informazioni per le fasi successive della procedura concorsuale. E' intanto consigliabile prendere visione delle FAQ che contengono le risposte ai principali quesiti rivolti ai nostri operatori subito dopo la chiusura dei termini di iscrizione
 
Per eventuali chiarimenti o necessità è possibile inviare una e-mail esclusivamente al seguente indirizzo: concorsilavoro@formez.it.
Consulta il bando
 
Vai alla notizia precedente