Concorso Ripam per il Ministero dello sviluppo economico e la Presidenza del Consiglio dei Ministri, selezione per 70 unità di personale. Riapertura dei termini

Pubblicato in G.U. il provvedimento di modifica del bando e di riapertura dei termini per la presentazione delle candidature

 
E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, 4ª Serie Speciale - Concorsi ed Esami, n. 7 del 26 gennaio 2021 il provvedimento, della Commissione Ripam, di modifica del bando e di riapertura dei termini per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’assunzione di 70 unità di personale non dirigenziale, a tempo pieno e indeterminato, di cui 60 di Area III - F1, da inquadrare nei ruoli del Ministero dello sviluppo economico e 10, di cui una riservata ai sensi dell'articolo 3 della legge 12 marzo 1999, n. 68, di categoria A - F1, da inquadrare nei ruoli della Presidenza del Consiglio dei ministri, per seguenti profili professionali (G.U. 4ª Serie Speciale - Concorsi ed Esami - n. 59 del 31 luglio 2020):

  • profilo funzionario informatico/specialista di settore scientifico tecnologico (Codice CU/INFO) per complessive n. 45 (quarantacinque) unità, di cui n. 35 (trentacinque) da inquadrare con il profilo di funzionario informatico nell’Area III - F1 dei ruoli del Ministero dello sviluppo economico e n. 10 (dieci), di cui una riservata ai sensi dell'art. 3 della legge 12 marzo 1999, n. 68, da inquadrare con il profilo di specialista di settore scientifico tecnologico nella categoria A - parametro retributivo F1 dei ruoli della Presidenza del Consiglio dei ministri;
  • profilo funzionario tecnico (Codice CU/ELET) per complessive n. 15 (quindici) unità con competenze in ambito elettronico, da inquadrare nell’Area III - F1 dei ruoli del Ministero dello sviluppo economico;
  • profilo funzionario tecnico (Codice CU/TELE) per complessive n. 10 (dieci) unità con competenze in ambito di telecomunicazioni, da inquadrare nell’Area III - F1 dei ruoli del Ministero dello sviluppo economico

 
La domanda di ammissione al concorso, secondo quanto previsto dall'art. 2 del provvedimento di modifica del bando deve essere presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema “Step-One”, all’indirizzo https://www.ripam.cloud entro termine di 15 giorni decorrenti dal giorno successivo alla data di pubblicazione del provvedimento di modifica del bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica – IV Serie Speciale “Concorsi ed Esami”, n. 7 del 26 gennaio 2021.
 
Restano valide le candidature già inviate correttamente; le stesse possono essere modificate, integrate o sostituite, entro il termine di scadenza e nel rispetto delle modalità stabilite dall’articolo 2 del provvedimento di modifica del bando. In caso di ulteriore invio sarà presa in considerazione l’ultima domanda pervenuta in ordine di tempo e relativa al codice di concorso indicato.
Resta fermo che i requisiti per la partecipazione al concorso e i titoli di cui il candidato richiede la valutazione devono essere posseduti alla data di scadenza dei termini per la presentazione della domanda di partecipazione prevista dall’articolo 4 dell’originario bando.
 

Accedi al provvedimento di modifica del bando
Accedi al bando