Concorso Ripam Maeci. Modalità organizzative per lo svolgimento delle prove orali

Informazioni per i candidati

In vista dello svolgimento delle prove orali del concorso Ripam MAECI, ACC, si riportano le modalità organizzative e di svolgimento.
Tutti i candidati svolgeranno la prova in modalità telematica. Attraverso l’utilizzo della piattaforma informatica, la prova si svolgerà in un’aula virtuale alla quale accederanno i candidati, che si presenteranno a sostenere il colloquio nelle sedi loro assegnate secondo il calendario pubblicato sul sito Ripam in data 7 luglio 2020, e la commissione d’esame convocata in presenza presso il MAECI e da remoto per tutti i componenti impossibilitati a spostarsi dal proprio domicilio.
Le prove di tutti i candidati saranno registrate e conservate per il tempo necessario secondo quanto previsto dalla normativa vigente in materia di conservazione documentale degli atti. A tal fine i candidati dovranno esprimere il proprio consenso alla registrazione. I dati saranno trattati secondo quanto previsto dall’art. 16 del bando di concorso e dalle disposizioni contenute nel GDPR - Regolamento generale sulla protezione dei dati - UE/2016/679.
Coloro che vorranno assistere alle prove potranno recarsi nelle sedi e nei giorni di svolgimento delle stesse. Gli ingressi saranno contingentati, in base alle dimensioni delle sale e in ottemperanza alle misure nazionali e alle ordinanze regionali legate all’emergenza COVID-19. I candidati ed i testimoni saranno tenuti ad attenersi anche al Vademecum di sicurezza predisposto da Formez PA e dovranno sottoscrivere specifica autocertificazione. Per le sedi estere i candidati ed i testimoni seguiranno le specifiche indicazioni delle differenti sedi.
Nei giorni precedenti la data di convocazione, i candidati riceveranno una e-mail con la quale saranno invitati ad inviare, tramite posta elettronica, il documento di riconoscimento al fine di consentire alla commissione d’esame, il giorno della prova, il riscontro con il documento che sarà mostrato a video dal candidato stesso.
In ciascuna sede, italiana ed estera, sarà designato un referente di sede che dovrà operare in stretta collaborazione con la commissione d’esame; si occuperà dell’identificazione del candidato, della compilazione del registro presenze, dell’assistenza ai candidati ed alla commissione nella fase di estrazione delle domande. Sarà, inoltre, di supporto per tutte le operazioni necessarie al regolare svolgimento delle prove ed invierà alla commissione tutti gli atti che dovranno essere allegati al verbale.
Al termine di ciascuna sessione, la commissione d’esame invierà l’esito delle prove al Formez PA, al fine di garantire la pubblicazione dei risultati, sul sito www.riqualificazione.ripam.it, al massimo entro 24 ore dallo svolgimento della prova.